i viaggi di mamma e papà

Ventotene. Un tuffo dove l’acqua è più blu!

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

E’ una delle Isole Pontine, meno mondana rispetto alla vicina Ponza, ma altrettanto bella.

Con il suo fascino un po’ retrò, l’aria rilassata che si respira passeggiando per il paese, Ventotene è una meta ideale per staccare la spina e ricaricarsi in un luogo magico.

Ventotene. Un tuffo dove l’acqua è più blu!

Non potevamo scegliere un altro titolo. Qui l’acqua è davvero blu, di un blu intenso….meravigliosa e perfetta per lunghi bagni!!!!

Ventotene si raggiunge in aliscafo da Formia o da Terracina, in circa un’oretta .

L’isola è un gioiellino, che siamo sicuri, vi piacerà!

Il suo centro è pieno di casette colorate. La sua lunghezza di appena 2 km vi consentirà di visitarla tutta, scoprendone gli angoli più caratteristici.

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

L’isola ha due porti, uno più grande, per l’arrivo dei traghetti e l’altro, il Porto Romano, più autentico e più vivace.

In quest’ultimo, vi consigliamo di noleggiare una barchina (costo per tutto il giorno circa 70 euro, inclusa benzina) ed avere così la possibilità di godervi l’isola in tutto e per tutto, scovando e godendo delle sue calette più belle e più nascoste.

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

…e con i bimbi?

C’è la spiaggia di Cala Nave.

E’ la più frequentata dai turisti ma è comunque molto bella. L’acqua è cristallina e la sabbia quasi nera per via delle origini vulcaniche dell’isola.

E’ poco distante dal centro, raggiungibile a piedi ed attrezzata. Perfetta per i bambini!

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

Un po’ di storia:

Originariamente nota con il nome di Pandataria,  Ventotene fu, in passato, colonia romana, e, soprattutto, meta d’esilio dei membri della famiglia imperiale. Tra essi, la più famosa è Giulia, figlia dell’imperatore Augusto. Della sua villa sono ancora visibili i resti.

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!
Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

Insieme all’isola di Santo Stefano, Ventotene fa parte della Area Marina Naturale Protetta, istituita nel 1997.

Si dice che entrambe le isole siano nate da un’eruzione vulcanica.

Sull’isola di Santo Stefano è ben visibile il carcere borbonico, che rimase attivo fino al 1965. Attualmente disabitata, si può visitare attraverso imbarcazioni locali, da Ventotene.

Ventotene. Un tuffo dove l'acqua è più blu!

Da non perdere:

Le famose lenticchie di Ventotene.

Pensate che la coltivazione di questo legume è da far risalire al 1800, quando l’isola produceva circa 1500 quintali annui, esportando il prodotto anche sulla terraferma.

Successivamente, nel dopoguerra, tutto si arrestò per via dello spopolamento dell’isola.

Oggi la lenticchia viene coltivata, ancora manualmente, secondo l’antica tradizione, su scala molto più ridotta, per lo più a carattere familiare.

C’è chi dice anche che la coltivazione di questo legume esistesse già ai tempi dei Romani.

In ogni caso, queste lenticchie sono buonissime. Se vi piacciono, vi consigliamo di assaggiarle, direttamente sull’isola e gustarle in qualche ricetta tipica. Altrimenti, potete comprale da qualche rivenditore locale.

Detto questo…buona vacanza!

EnglishItalianSpanish