CONSIGLI

Vacanza on the road con bebè a bordo? Sì, si può fare!

Vacanza on the road con bebè a bordo? Sì, si può fare!

Un viaggio bellissimo, il primo vero viaggio con V maiuscola fatto in tre.

20 giorni alla scoperta della Bretagna e della Normandia: spiagge immense e lunghissime, il rumore dell’oceano, i balconi fioriti, pieni di ortensie colorate, i pittoreschi borghi, così ben curati da sembrare dipinti, ostriche, gallettes, fromages, calvados…

Per raggiungere la Francia decidiamo di volare A/R su Parigi, dove al ritorno ci fermeremo anche qualche giorno, dal momento che ci piace tantissimo.

Arrivati all’aeroporto, affittiamo una macchina e partiamo alla scoperta di terre che si riveleranno essere meravigliose e dalle quali torneremo felici e soddisfatti.

20 gg in macchina con una bimba di 8 mesi? Eh si, si può fare.

La scelta è stata fatta sulla base di diversi fattori che abbiamo valutato attentamente prima di scegliere questo tipo di vacanza:

  • Francia: vicina all’Italia, si raggiunge facilmente con un volo non lunghissimo;
  • Bretagna e Normandia sono due regioni fresche, anche, e soprattutto, durante la stagione estiva;
  • una bimba di 8 mesi ancora non cammina e quindi ci si può spostare con il passeggino senza problemi (quando inizierà a camminare e a voler scendere dal passeggino, le lunghe tratte in macchina e le visite nelle varie cittadine inizieranno ad essere sempre meno appropriate e fattibili);
  • siamo sull’oceano e ci sono spiagge immense dove far giocare la bambina e farle respirare aria pulita.

Premesso ciò, tutto è andato benissimo. .. abbiamo trovato sempre massima disponibilità da parte delle strutture (hotels, chambre d’hôtes , ristoranti) nell’accogliere famiglie con neonati. Moltissimi autogrill, ad esempio, mettono a disposizione un microonde per scaldare in autonomia le pappe e spesso regalano baby kit appositi.

Vacanza on the road con bebè a bordo? Sì, si può fare!
Vacanza on the road con bebè a bordo? Sì, si può fare!

Ma veniamo al viaggio. Ecco il nostro itinerario.

BRETAGNA:

PARIGI – VITRE’ – LA GACILLY – VANNES – ILE D’ARZ (Golgo del Morbihan) – PORT SAINT GOUSTAN – ILOT SAINT-CADO – LOCRONAN – POINTE DE PEN HIR ( Penisola di Crozon ) – COTE DE GRANITE ROSE – PLOUGRESCANT – ABBAZIA DI BEAUPORT – SAINT SULIAC – DINARD – CANCALE – DINAN – SAINT-MALO .

NORMANDIA:

MONT SAINT-MICHEL – BAYEUX – SPIAGGE DELLO SBARCO (Omaha beach) – NEZ DE JOBOURG – HONFLEUR – ETRETAT – Route du Cidre

Circa gli alloggi, abbiamo scelto appartamenti su airbnb e chambre d’hôtes. Eravamo in fase svezzamento e una casa con la cucina era sicuramente più comoda. Per comodità, muovendoci in macchina, ci siamo portati il nostro lettino da campeggio. Se non vi va – perchè bisogna ammettere che è un bell’impiccio – non avrete problemi, lo troverete praticamente ovunque.

Essenziale, per noi, nel baby kit da viaggio, sono stati il marsupio – utilizzato tantissimo – e i termos!

Nota pappe: in Francia non hanno le confezioni di pastina semplice, da cuocere, o le creme (amido di riso, mais e tapioca). Vendono pappe già pronte e composte, con verdure e proteine.

Il clima è stato perfetto (parliamo di Agosto). Quel caldo non esagerato che rende piacevole ogni spostamento. Fortunatamente quasi mai pioggia.

Famiglie in ascolto, vi consigliamo, quindi, questa avventura.

Partire con i figli è sicuramente faticoso ma ti riempie di gioia. Il loro sguardo, curioso sul mondo, è impagabile.

E poi, anche se non percettibili, gli stimoli a cui li esponiamo non possono che fare bene. Vivere nuove esperienze tutti insieme rafforza il legale familiare. Farlo, al di là del contesto quotidiano e casalingo, lo rende speciale!

Buon viaggio!

EnglishItalianSpanish