i viaggi di mamma e papà

Symi

E’ una delle isole del Dodecanneso,  più vicina alla Turchia che alla Grecia, piccola, elegante, con un fascino particolare, frutto delle dominazioni passate, tra cui anche quella italiana, che l’hanno notevolmente influenzata.

Benvenuti a Symi.

Non vi aspettate di trovare il tipico paesaggio greco, quello fatto di casette bianche e blu. Qui la prima impressione che avrete sarà quella di essere arrivati in un posto dal fascino sui generis, che siamo sicuri vi piacerà!

Symi_greece_viaggiandovaldi

Symi, detta anche l’isola delle spugne, è facilmente raggiungibile con un traghetto da Rodi.

Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
IMG_5791
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi

Per visitare l’isola  vi consigliamo di affittare un motorino ( 70 € per 3 gg). In ogni caso, tenete da conto che esiste un un servizio di taxi boat, in partenza ogni giorno dal porto (ticket giornaliero di €12).

Le spiagge da visitare sono diverse, ognuna con il suo fascino, alcune raggiungibili solo dal mare, altre anche via terra.

La prima che abbiamo scelto, in realtà non era una vera e propria spiaggia, ma una piccola caletta  lungo la strada, che ci ha colpito immediatamente.

Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi

Si trova in direzione di Nemporio, lungo il tragitto, lato mare, noterete delle scalette, percorretele e vi troverete in una caletta bellissima … lontano dalla folla!

Ovviamente non c’è nulla, quindi portate con voi acqua e cibo.

Un’altra spiaggia bellissima è quella di Marathunda. Anche qui siamo arrivati in motorino, in 30 minuti! (ci si arriva comodamente anche con i taxi boat).

Marathounda beach
Marathounda beach

La spiaggia è bellissima, l’acqua è cristallina, gli ombrelloni e i lettini sono gratis, come in molti altri posti in Grecia.

A rendere ancora più speciale questo posto sono le caprette che circolano libere sulla spiaggia! Fate attenzione a non lasciare in giro il cibo, pranzi o merende, perchè vi spariranno in un  attimo. Per ben due volte si sono mangiate tutto il nostro pranzo, nonostante lo avessimo appeso all’ombrellone!!!

Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi

La scelta di raggiungere la spiaggia in motorino e non con il taxi boat è stata dovuta al desiderio di visitare anche il Monastero di Panormitis che si trova proprio nelle vicinanze. Il suo interno è davvero molto molto bello.

Panormitis Monastery_Symi_greece_viaggiandovaldi
Panormitis Monastery_Symi_greece_viaggiandovaldi
Panormitis Monastery_Symi_greece_viaggiandovaldi
Panormitis Monastery_Symi_greece_viaggiandovaldi

Nanou beach (anche qui occhio alle caprette!) e St. Nicholas sono altre due spiagge che consigliamo; entrambe raggiungibili con il taxi boat.

Nanou beach
Nanou beach
Nanou beach_Symi_greece_viaggiandovaldi
Nanou beach_Symi_greece_viaggiandovaldi
Nanou beach_Symi_greece_viaggiandovaldi
Nanou beach_Symi_greece_viaggiandovaldi

St. George è stata la nostra preferita. Qui vi consigliamo di andarci la mattina perchè dalle tre il sole sparisce dietro le altissime rocce che circondano la spiaggia.

St. George beach
St. George beach
Symi_greece_viaggiandovaldi
Symi_greece_viaggiandovaldi
IMG_5829

….buon viaggio!

Dove dormire:

  • Hotel Chorio: hotel a conduzione familiare, molto carino, nella zona alta dell’isola, quella dei mulini. Ci siamo trovati benissimo.

Dove mangiare:

  • Giorgio e Maria: autentica taverna con musica dal vivo, cibo ottimo ed un’atmosfera verace, che vi farà sentire pienamente in Grecia!

EnglishItalianSpanish