i viaggi di mamma e papà

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Bella, affascinate, a tratti incantata, Sorrento vi farà innamorare di lei.

Essendo piccolina, è facilmente visitabile, a piedi, in poco tempo.

Godetevi, pertanto, la visita, apprezzando, con calma, ogni sua bellezza.

Cosa vedere:

1) chiostrino trecentesco annesso alla Chiesa di San Francesco e Villa Comunale.

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Risultato dei numerosi restauri subiti negli anni, e della commistione di stili diversi, questo bellissimo chiostro conserva, ancora, un’atmosfera incantata. Adiacente, e a  pochi metri dalla Villa comunale anch’essa da visitare, si trova la Chiesa di San Francesco, di cui fanno parte il Chiostro, per l’appunto, ed il Monastero. Essa fu eretta, per volere dei frati francescani, nel XIV secolo, sul sito di un antico oratorio, fondato da San Antonino. Negli anni, ha subito diverse modifiche e rimaneggiamenti, perdendo il suo impianto originario, ad eccezione della facciata in marmo bianco, del 1926 e della porta intarsiata del Cinquecento.

2) Il Vallone dei Mulini

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Decisamente affascinante! Sembra un luogo delle favole!

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Si tratta di una profonda fenditura nella roccia, dovuta all’eruzione dei Campi Flegrei e alle modifiche causate dai successivi processi di erosione. Parliamo di più di 35.000 anni fa. Il nome Vallone dei Mulini si deve alla originaria presenza di un mulino, di cui si conservano ancora i resti, che rimase attivo fino ai primi del ‘900, per la macinazione del grano. Pare anche che, annesse, erano presenti una segheria ed un lavatoio.

La costruzione di Piazza Tasso determinò la fine dell’attività di macinazione e, quindi, del mulino, con il conseguente abbandono della zona.  Per raggiungerlo, da Pizza Tasso, prendete via Caruso, percorretela per un breve tratto e…affacciatevi alla ringhiera!

3) Sedile Dominova

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Questo posto ci è piaciuto moltissimo. Elegante, autoritario, simbolo di epoche ed usanze passate. Si tratta degli antichi sedili nobiliari, dove, nel XIV secolo, i nobili e le istituzioni si riunivano per discutere della res pubblica. La loggia è interamente dipinta, tra gli affreschi si nota subito lo stemma di Sorrento. Oggi, è sede della Società operaia di Mutuo Soccorso.

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

4) Agruminato sorrentino

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Bellissimo e super rilassante. Se volete potete comprare un po’ di limoni, non trattati!

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

5) Marina Grande

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Decisamente uno dei nostri posti preferiti, dove almeno una volta al giorno siamo passati, trascorrendo bellissimi  e rilassanti momenti!

Si tratta di un piccolo borgo marinaro, che conserva ancora il fascino dei tipici villaggi dei pescatori.

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Lungo il molo, troverete un sacco di ristorantini, dove godere delle delizie locali, al sole, con vista mare. Si tratta per lo più di trattorie, dallo stile un po’ casereccio, a conduzione familiare.

Per trascorrere un po’ di tempo in relax, al sole, per fare un aperitivo o per prendere un gelato, i Bagni Sant’Anna sono l’ideale. Il posto è sicuramente più chic dei ristorantini citati sopra, ma si sta davvero bene. Se volete ci sono i lettini dove stendersi al sole e rilassarsi. Ovviamente, anche qui c’è un bel ristorante.

Volendo c’è anche una piccola spiaggetta libera.

 6) Marina Piccola

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

E’ il porto di Sorrento. Nonostante ciò, essendo situato in una bella insenatura, rimane comunque un bel posto dove trascorrere un po’ di tempo. Ci sono diversi stabilimenti balneari, realizzati su palafitte, per mancanza di spazio. Dalla Villa Comunale si può accedere con un ascensore.

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!
Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

7) Piazza Tasso e via S. Cesario

Le vie più caratteristiche, piene di negozietti con prodotti tipici e souvenir.

8) Basilica di Sant’Antonino, patrono della città.

9) Duomo di Sorrento

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Dedicata ai Santi Filippo e Giacomo, ha subito diversi restauri nel corso del tempo, perdendo il suo assetto originario. Al principio era ubicata fuori dalle mura cittadine, oggi si trova nel cuore della città.Di particolare rilievo il campanile a cinque piani, con l’orologio in ceramica del ‘700.

Ah… e non dimenticate di assaggiare le varie prelibatezze locali…in primis gli gnocchi alla sorrentina!

Sorrento: ecco cosa non vi dovete perdere!

Dove mangiare:

  • da Emilia: ( Via Marina Grande, 62 ) gnocchetti alla sorrentina super!
  • Porta Marina Sea Food: (Via Marina Grande, 25 ) farfalle alici e noci e paccheri al coccio, da urlo!
  • La Favorita ‘O Parrucchiano: (Corso Italia, 71) una meraviglia di posto, nascosto in un giardino interno, cibo ottimo e prezzi nella media .
  • L’Antica Trattoria: ( Via Padre Reginaldo Giuliani, 33 ) livello alto, ma location bellissima.
  • Zi’ ntonio: (Via Luigi de Maio, 11) pizza e non solo

Bye!!!

EnglishItalianSpanish