i nostri viaggi

Pisa: cosa vedere in un giorno

Pisa: cosa vedere in un giorno

Famosa in tutto il mondo per la sua torre pendente, Pisa ci è piaciuta molto.

Complice anche una bella giornata di inverno, ne abbiamo approfittato per raggiungere Marina di Pisa e fare una capatina in spiaggia!

Ma andiamo con ordine.

Cosa vedere a Pisa in un giorno?

Inevitabile 1° tappa: Piazza dei Miracoli con i suoi famosissimi monumenti religiosi: la Torre, il Duomo, il Battistero ed il Campo Santo.

Pisa: cosa vedere in un giorno
Pisa: cosa vedere in un giorno
Pisa: cosa vedere in un giorno

La Torre è la prima che visitiamo.

Pisa: cosa vedere in un giorno

Costruita tra il 1173 e il 1350, è alta 56 metri, 8 piani, 273 scalini, 7 campane in cima, e 4° circa di pendenza, quest’ultima dovuta alla natura argillosa e sabbiosa del terreno su cui poggia.

Pisa: cosa vedere in un giorno

Negli anni sono stati fatti diversi interventi per cercare di limitarne un possibile crollo e pare che solo grazie ai lavori eseguiti tra il 1999 e il 2001 si sia raggiunta una certa stabilità, addirittura registrando negli ultimi tempi – così ci hanno detto – un inaspettato raddrizzamento!

Pur trattandosi di una torre non svolse mai funzioni di difesa. Essa, infatti, non è antro che il campanile del Duomo!

Vale la pena salire in cima (consigliato l’acquisto anticipato del ticket. Vi eviterà lunghe code! Noi li abbiamo presi qui https://www.opapisa.it/ ). Durante la salita sarà inevitabile percepire la pendenza, ma sarà proprio questa sensazione che renderà unica la visita.

Pisa: cosa vedere in un giorno
Pisa: cosa vedere in un giorno

Una volta raggiunto l’ultimo piano, noterete le sette campane: Assunta, Crocifisso, San Ranieri, Dal Pozzo, Pasquereccia, Terza, Vespruccio.

Oggi ancora risuonano prima delle messe in Duomo e a mezzogiorno.

Se Assunta è la più grande (pesa quasi tre tonnellate e mezzo!), San Ranieri è la più antica. Originariamente chiamata Giustizia, o Campana del Traditore, risuonava per annunciare la morte dei traditori. Pare che essa abbia risuonato anche quanto tale sorte toccò al Conte Ugolino, lasciato morire di fame insieme ai figli nella Torre di Gualandi e raccontato da Dante nel canto dell’Inferno.

N.B. Non è stato possibile salire nè con il passeggino, nè con la bimba nel marsupio. Per questioni di sicurezza l’accesso non è consentito ai minori di 8 anni.

2° tappa: il Duomo – la Cattedrale di Santa Maria Assunta

Pisa: cosa vedere in un giorno

Costruita nel 1064, venne consacrata nel 1118.

Il mix di stili che la caratterizzano ricordano il fiorente passato di Pisa come Repubblica marinara. Dal romanico, al classico, al lombardo-emiliano, al bizantino fino a quello islamico, ricordato soprattutto nei colori bianco e nero della facciata.

Sul lato nord della facciata pare ci siano dei buchini neri. La leggenda dice che si tratta di segni lasciati dal Diavolo che si arrampicò sulla Cattedrale per bloccarne la costruzione.

3° tappa: il Battistero

Fondato nel 1152, fu opera di Diotisalvi che ne diresse la costruzione dal 1152 al 1180 circa .

Con la sua circonferenza di 107,24 metri è il Battistero più grande d’Italia, tra l’altro, con un’acustica eccezionale.

Pisa: cosa vedere in un giorno

4° tappa: il Camposanto Monumentale

Bellissimo e molto suggestivo, è un luogo solenne che chiude in maniera strepitosa il ciclo di visite di questo eccezionale complesso monumentale.

Pisa: cosa vedere in un giorno

Fu realizzato nel 1277 per accogliere tutte le tombe disseminate intorno alla Cattedrale.  

Si tratta di un luogo sacro dal momento che i crociati portarono qui la terra santa presa sul monte Golgota, appena fuori Gerusalemme.

Sarcofagi e meravigliosi affreschi rendono unico questo spazio.

Pisa: cosa vedere in un giorno

Importanti sepolcri vengono custoditi al suo interno come quelli appartenenti alla famiglia de’Medici .

A partire dall’Ottocento, il Camposanto cambia la sua vocazione, e diviene uno dei primi musei pubblici d’Europa.

Lasciata Piazza dei Miracoli, andiamo alla scoperta di quanto di altro Pisa ha da offrire ai suoi visitatori.

Da non perdere…

Sicuramente i lungarni, luoghi suggestivi e ricchi di storia come i nobili palazzi che li decorano e i numerosi ponti che li attraversano.

Pisa: cosa vedere in un giorno

“L’aspetto di Pisa mi piace assai più di quel di Firenze. Questo Lung’arno è uno spettacolo così ampio, così magnifico, così gaio, così ridente, che innamora. Non ho veduto niente di simile nè a Firenze nè a Milano nè a Roma. E veramente non so so se in tutta l’Europa si trovino molte vedute di questa sorta”. Giacomo Leopardi, 1827.

Pisa: cosa vedere in un giorno

Fatevi una passeggiata al tramonto e lo spettacolo sarà assicurato!

Se capitate il 16 giugno ricordatevi che c’è la Luminara di San Ranieri. 70.000 luci e candele, detti “lampanini” illuminano gli edifici dando vita ad uno spettacolo unico!

Percorrendo le vie del centro raggiungete anche il famoso murales di Keith Haring, Tuttomondo, realizzato nel 1989 sulla facciata della canonica della chiesa di Sant’Antonio abate a Pisa.

Altra chicca da non perdere è Piazza dei Cavalieri. Un vero gioiellino ricco di storia e di importanti edifici.

Tra questi merita una menzione il Palazzo della Carovana, un tempo quartier generale dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano, voluto da Cosimo I de’ Medici, e oggi sede della Normale di Pisa.

Palazzo della Carovana
Palazzo della Carovana

Affascinante è anche il Palazzo dell’Orologio, utilizzato come ospedale dell’Ordine e come carcere. E’ noto per essere stato il luogo di prigionia del Conte Ugolino e dei suoi figli.

Prima di lasciare Pisa fate un salto nella parte più vecchia è caratteristica: il cosiddetto “Borgo Stretto” cuore dell’antica Pisa.

Da via delle Colonne, a piazza delle Vettovaglie, nota per il suo mercato, fino a piazza del Pozzetto (Borgo largo).

Come dicevamo in apertura, approfittando di una bella giornata di sole siamo andati a pranzo a Marina di Pisa, tranquillo centro balneare, dove abbiamo trascorso anche un po’ di tempo in spiaggia.

Buon viaggio!

EnglishItalianSpanish