i viaggi di mamma e papà

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Lasciata Salonicco, e diretti alle Meteore, decidiamo di fermarci, lungo la strada in direzione di Larisa, nella Valle dei Tembi, una bellissima gola formata dal fiume Pinios.

Avevamo letto che il panorama meritava e ci siamo incuriositi. In effetti, così è stato, anche se dalla strada non si percepisce assolutamente nulla. Dopo qualche passo, vi troverete davanti un paesaggio molto molto bello. Un tuffo nella natura, che giustifica una piacevole ed insolita sosta!

IMG_4798
IMG_4790

Superate il ponticello e raggiungete la chiesa duecentesca di Agia Paraskevì e la fonte di acqua pura che si trova poco distante.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
IMG_4777

Ripreso il viaggio, dopo 3 ore abbondanti di macchina, arriviamo alle Meteore e la fatica viene subito ripagata da una vista mozzafiato.

Neanche a farlo apposta arriviamo poco prima del tramonto, giusto in tempo per raggiungere uno dei punti panoramici ed ammirare queste meraviglie nel loro massimo splendore.

Su consiglio del proprietario del nostro b&b (a Kastraki ), scegliamo il punto tra Rossanou e S. Stefanos.

Meteore: meraviglia della Grecia continentale!

Letteralmente dal greco  “META’” – “in mezzo a” e “AER” – “aria”, e quindi “in mezzo all’aria”.

Queste due parole riassumono perfettamente ciò che rappresentano: splendidi monasteri arroccati in cima ad enormi falesie di arenaria, oggi recuperati, dopo molti anni di abbandono.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Questa zona della Grecia continentale si trova nella pianura della Tessaglia, nella parte nord occidentale del Paese ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco,

Attualmente, sono 6 i monasteri visitabili ed abitati:

Agios Nikolaos (St. Nicholas)
Agios Stefanos (Santo Stéfano)
Aghia Triada (Holy Trinity)
Great Meteora, or Monastery of the Transfiguration
Roussanou, or Santa Barbara
Varlaam

Noi li visitiamo praticamente tutti, eccetto Agios Stefanos  che era chiuso. L’ingresso è per ognuno di 3€.

In tutti i monasteri è presente una chiesa principale spesso interamente dipinta, con affreschi davvero meravigliosi (non sempre è possibile fare foto, quindi provare x credere!!!).

In una mattinata siamo riusciti a visitare tutte le Meteore. La cosa è fattibile, però, partendo presto la mattina ed soprattutto avendo una propria macchina a disposizione. La strada che collega tra loro i monasteri è buona e le distanze sono minime. Controllate solo gli orari e i giorni di chiusura.

Il nostro tour inizia dal Sacro Monastero della Grande Meteora, il più grande, risalente al 1300 e, a seguire, tutti gli altri.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!


Soddisfatti, a malincuore lasciamo la Tessaglia per raggiungere Delfi (ci impieghiamo 3 ore, senza soste).

Quando arriviamo anche questa volta è l’ora del tramonto, perfetta per visitare il sito al fresco, e senza troppa gente (il sito chiude alle 20:00).

L’ingresso costa 9 € ed è comprensivo del museo. Se non si fa in tempo a visitare tutto nella stessa giornata, potete utilizzare il biglietto anche il giorno dopo. Noi abbiamo fatto così.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Alle pendici del Parnaso, nella Grecia centrale, a 600 m di altitudine, Delfi, un tempo considerata “ombellico del mondo”, si conserva in tutto il suo splendore. Fu Zeus ad identificarla come il centro della terra, facendo partire contemporaneamente due aquile dalle estremità del mondo orientale ed occidentale.  Esse si incontrarono a Delfi.

Luogo sacro di culto del Dio Apollo e del famoso oracolo, è sicuramente uno dei più importanti centri religiosi dell’antichità.

Tra il VI e il IV sec. a.C. raggiunse il suo massimo splendore, grazie ai numerosissimi pellegrini che vi si recavano per consultare l’oracolo.

I vaticini della Pizia, la sacerdotessa che riferiva gli oracoli, riportavano la volontà del Dio stesso. Ella, seduta sul tripode, cadeva in estasi ed emetteva suoni e movimenti che venivano poi interpretati dai sacerdoti.

I responsi dell’oracolo esercitavano una grande influenza sulla vita politica e intellettuale dell’antica Grecia, determinando decisioni come guerre e colonizzazioni.

Il sito archeologico si sviluppa essenzialmente lungo la Via sacra, lungo la quale troverete resti di templi, altari, colonne, i thesauroi votivi delle città greche, come quello degli Ateniesi, ben conservato.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Tesoro degli Ateniesi

Ovviamente non mancano i resti del Tempio di Apollo, lo splendido teatro, e  lo stadio dove si svolgevano,  ogni quattro anni ,  i giochi pitici, dal nome della Pizia che pronunciava gli oracoli. Questi giochi  seguivano di tre anni l’Olimpiade.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Tempio di Apollo
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
teatro
stadio

Un po’ più a valle, trovate il bel santuario di Atena Pronaia  e la Tholos rotonda, parzialmente ricostruita, con un peristilio di venti colonne doriche.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Non dimenticatevi di visitare il Museo che integra quanto conservati nel sito; in esso sono raccolti i reperti rivenuti e che raccontano la storia di Delfi e dell’antichità.

Se volete un consiglio, non pernottate a Delfi ma ad Arahova, un delizioso paesino di montagna, meta sciistica rinomata, a pochi km di distanza.

Così facendo vi allontanate dal circuito turistico e potrete godere di un paesaggio diverso, più fresco vista l’altezza, e molto accogliente. Si tratta di un classico paesino di montagna che d’estate acquista un fascino particolare. Se rimanete a cena, scegliete la taverna proprio sulla piazza, della quale purtroppo non ricordiamo il nome.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!
Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Prossima tappa: Il Peloponneso.

Per arrivarci, ovviamente, passiamo per Patrasso, attraverso il lungo ponte che collega le due parti della Grecia.

Prima, a pranzo, ci fermiamo a 12 km prima di Lepanto (oggi Nafpaktos), a Monastiraki, in un paesino delizioso dove vi consigliamo di mangiare il pesce in uno dei ristorantini sul porticciolo…ottimi ed economici.

Meteore, Delfi: meraviglie della Grecia continentale!

Il viaggio continua… nel Peloponneso!

EnglishItalianSpanish