i nostri viaggi

Happy family in Bretagna

Bellissima, autentica, silenziosa ma al tempo stesso frizzante, accogliente, colorata. Ecco la nostra Bretagna.

Prima tappa, con partenza da Parigi: VITRE’.

Famosa per il suo castello medievale, costruito in cima ad uno sperone, Vitrè conserva il fascino della tipica cittadina con le case a graticcio e le piccole vie acciottolate. E’ comoda se si vuole spezzare la tratta che da Parigi porta fino alla costa bretone.


Seconda tappa: LA GACILLY

Questa deliziosa località, nell’entroterra bretone, si anima soprattutto d’estate in occasione del Festival fotografico che coinvolge l’intero villaggio, facendolo divenire un vero e proprio museo a cielo aperto. Enormi fotografie vengono allestite sui muri delle case, nei giardini, sulle rive del fiume Aff, creando una bella atmosfera.

Il paese, inoltre, è davvero carino.

Terza tappa: VANNES

Qui rimaniamo 3 giorni, utilizzando la città come base per visitare località vicine.

Vannes, ricca di arte e di storia, è incantevole e merita assolutamente di essere visitata. Il suo centro medievale, che si sviluppa tutto intorno alla Cattedrale Basilica Saint-Pierre è una delizia, circondato dai bastioni che costeggiano in gran parte il fiume della Marle.

Il porticciolo anche è molto bello; fatevi una passeggiata e vi rilasserete senz’altro.

In uno dei tanti ristorantini che troverete, assaggiate una delle specialità locali, che vi accompagnerà lungo tutto il viaggio: les moules  !!!

Les moules 

Da qui, vi consigliamo di fare una gita in battello, in giornata, e raggiungere l’Ile d’Arz, un vero e proprio gioiellino nel Golfo del Morbihan.

Ile d’Arz

Il Golfo offre paesaggi stupendi. Qui la natura cambia di continuo, ai ritmi delle maree, offrendo paesaggi unici. La baia è ricca di isole ed isolotti. Quella che abbiamo scelto noi, l’Ile d’Arz è una delle più selvagge, ancora non esposta completamente ai ritmi del turismo, come invece lo è la sua vicina Ile Aux de Molines. Qui il tempo sembra essersi davvero fermato. L’atmosfera che si respira è magica, è un mix tra pace e relax. I paesaggi sembrano finti, per quanto sono belli. Passeggiate lungo la diga del mulino di Berno, fermatevi ad ammirare le maree e rilassatevi in una delle tante spiagge.

Golfo del Morbihan

L’isola è molto piccola, a piedi potrete fare tutto il giro ed ammirarla da ogni lato, perdendovi tra le stradine che si snodano tra le piccole case di pescatori. L’isola, non a caso, è detta l’Isola dei Capitani.

Ile d’Arz
Ile d’Arz
Ile d’Arz
Ile d’Arz
Ile d’Arz

Sempre facendo base a Vannes, il giorno dopo, abbiamo raggiunto PORT SAINT GOUSTAN. Arrivate dalla città vecchia di Auray e vi troverete davanti un paesaggio che vi sembrerà un dipinto. Pranzate in uno dei tanti ristorantini che si affacciano sul porto e dimenticatevi di tutto!

Port Saint Goustan

In Bretagna, vi stupirete ad ogni sosta. Qui, ogni villaggio conserva un fascino d’altri tempi, è tutto bellissimo.

Poco distante da Port Saint Goustan, ma assolutamente da vedere, l’ILOT SAINT-CADO, un meraviglioso isolotto sulla Ria d’Etel. Qui, allevamenti di ostriche, barchette colorate e deliziose casette rendono il paesaggio una vera e propria delizia.

Quarta tappa: LOCRONAN

Questo paesino incarna alla perfezione l’essenza della Bretagna. Curato in ogni suo angolo, con i balconi fioriti, il profumo di formaggi e dei biscotti al burro appena sfornati, è assolutamente caratteristico e vi piacerà senza dubbio. La sua bellezza, intatta, la rende un luogo affascinante e tappa obbligata per chi visita la Bretagna.

Da Locronan, che utilizziamo come base per visitare il territorio circostante, raggiungiamo la Penisola di Crozon, nel Finistere meridionale e, più specificatamente, il POINTE DE PEN HIR.

Pointe de Pen Hir

La penisola è chiamata così per la sua forma a croce. I suoi paesaggi si alternano tra spettacolari scogliere, enormi spiagge, e caratteristici villaggi con graziosi porticcioli.

Pointe de Pen Hir è un promontorio bello e selvaggio, con una vista mozzafiato e panorami da sogno.

Proprio sotto, si trova Plage du Veryac’h, un’enorme spiaggia dove fare lunghissime camminate o riposarsi, cullati dal rumore delle onde. Qui vi consigliamo Chez Mémé Germaine, un piccolo baretto/ristorantino dove abbiamo mangiato una delle migliori gallette della vacanza. Assaggiate quella con le capesante!

Quinta tappa: COTE DE GRANITE ROSE.

A nord della Bretagna, questi 10 km di costa, sono noti per il colore marrone rosato del granito, che rende il paesaggio davvero affascinante. Qui, percorriamo parte del SENTIERO DEI DOGANIERI nel tratto da Ploumanac’h e Perros Guirec. In questo caso fondamentale è il marsupio! La passeggiata è super consigliata.

Prima di raggiungere la tappa successiva, e cioè l’Abbazia di Beauport, nel comune di Paimpol, raggiungiamo la famosa casa tra le rocce di PLOUGRESCANT.

Castel Meur, così si chiama questa famosa abitazione, costruita nel 1861, che ha reso nota in tutto il mondo questa piccola località costiera di Cotes d’Armor. Tra l’altro, il paesaggio circostante è molto suggestivo.

Lasciata Plogrescant, raggiungiamo quindi l’ABBAZIA DI BEAUPORT. Ad un primo impatto ricorda un po’ quella di San Galgano in Toscana (tra l’altro il primo dei nostri viaggi in tre!). Affacciato sul mare, questo complesso monastico è un’oasi di pace, ricca di frutteti e roseti.

Come ultima tappa bretone, decidiamo di fare base altri tre giorni nella bellissima SAINT SULIAC. Sulle rive del fiume Rance, questo piccolo villaggio di pescatori ci ha conquistati in un attimo, con la sua atmosfera discreta e rilassata.

Da qui abbiamo raggiunto: DINARD, mondana località balneare, nota per le sue tende a strisce bianche e blu che rendono uniche le sue spiagge, CANCALE, delizioso porto dove gustare ostriche a prezzi stracciatissimi. Andate ai banchi del mercatino allestito vicino alla spiaggia, accanto al molo, prendetevi un bel piatto di ostriche e un bicchiere di vino, e gustatevi il tutto in riva la mare. Qui l’arenile è composto tutto da gusci di ostriche!

Dinard
Dinard
Dinard
Cancale
Cancale
Cancale

Sempre con base a Saint Suliac abbiamo raggiunto DINAN, affascinante città medievale, raccolta entro 3 km di bastoni. Con le sue case a graticcio, il castello, la torre dell’orologio, la caratteristica e ripida Rue de Jerzual, la basilica Saint-Sauveur e molto altro, va assolutamente visitata.

Dinan
Dinan

Ultima tappa, ma non certo per importanza, è stata SAINT-MALO.

Famosa città corsara, raccolta dentro una cinta muraria eccezionale, Saint Malo ci accoglie con tutto il suo fascino. Il suo centro storico è costruito su un’isola collegata alla costa. Il suo nome deriva da quello di un monaco inglese, Mac Low che arrivò in questa terra per evangelizzare la Regione.

Affacciato sul Canale della Manica, il litorale, caratterizzato da belle spiagge, è particolarmente soggetto al fenomeno delle maree. Passeggiando sulle sue mura, si coglie dall’alto tutta la storia e la vitalità di questa città marittima.

La cittadella fortifica – intra muros – è il cuore storico della città, ricca di dimore bellissime, palazzi di mercanti, la torre Quic-en-Groigne e la Maison Pélicot . Superate Place Chateaubriand e addentratevi nei vicoli.

Da Saint- Malo…prossima tappa: NORMANDIA

EnglishItalianSpanish